it

la POSA

Una nuova tradizione da posare

La posa di PIETRAECO rappresenta una vera rivoluzione in termini di semplicità, innovazione e sostenibilità. Il suo peso, notevolmente inferiore rispetto alla pietra naturale, rende la gestione di ogni intervento più facile e rapida: dal trasporto dei materiali fino alla loro messa in opera. Inoltre, posare PIETRAECO vuol dire anche innalzare il comfort abitativo e l'efficienza energetica di un edificio: la posa su cappotto infatti riduce il consumo di combustibili per un maggior rispetto dell'ambiente.

Compatibile con le tecniche più tradizionali di costruzione, il Sistema PIETRAECO può essere quindi adottato nella progettazione di nuove costruzioni come negli interventi di recupero o ristrutturazione riguardanti il miglioramento del rendimento energetico degli edifici.

Posa della pietra ricostruita su isolamento termico

  1. Primo strato di ECOCOLLA, collante specifico per la pietra ricostruita PIETRAECO.
  2. ECORETE, RETE DI ARMATURA (≥ 300 g/m2) annegata nella rasatura di ECOCOLLA.
  3. FISSAGGIO MECCANICO con tasselli specifici, scelti in funzione del fondo di posa. I fori dei tasselli vanno eseguiti con trapano con punta da 8 mm fino ad una profondità di 10 mm oltre quella dell'ancoraggio e poi vanno accuratamente puliti. La disposizione superficiale dei tasselli deve seguire un reticolo quadrato di 40 cm di lato (corrispondente a 6,25 tasselli/m2). Nelle zone perimetrali (2 metri dallo spigolo dell'edificio) il numero di tasselli deve essere aumentato a 10 tasselli/m2 (reticolo ca. 33 x33 cm).
  4. Secondo strato di ECOCOLLA collante specifico per la pietra ricostruita PIETRAECO.
  5. POSA DELLA PIETRA RICOSTRUITA PIETRAECO con la tecnica della doppia spalmatura, secondo le istruzioni indicate nella Guida tecnica, con l'utilizzo dei prodotti specifici ECOCOLLA ed ECOSTUCCO.

TIPOLOGIE DI FUGA

Oltre alla modalità di posa anche l'operazione di stuccatura é da considerarsi altrettanto fondamentale. Il colore dello stucco, la quantità nella fuga e le diverse tecniche di lavorazione influiscono in particolar modo e possono modificare completamente l'aspetto finale dell'opera.

ECOSTUCCO amplia le possibilità di finitura della stuccatura a seconda di come viene lavorato. Si può ottenere ogni tipo di finitura dalla più liscia e omogenea a quella più grezza, tipica delle vecchie malte naturali. Per scegliere la ruvidità della superficie sono determinanti i tempi di lavorazione.

FUGA A SECCO / RITOCCO
In questa tipologia di posa, le singole pietre ricostruite PIETRAECO vengono accostate le une alle altre, ed eventualmente dove vi fossero fessurazioni aperte stuccare con ECOSTUCCO.

FUGA NORMALE
In questa tipologia di posa, lo stucco viene iniettato per uno spessore di circa 2/3 cm, a seconda del modello scelto, lasciando libero l'ultimo centimetro dello spessore della pietra e poi tirato.

FUGA PIENA
In questa tipologia di posa, lo stucco viene iniettato fino al riempimento totale dello spessore della pietra e poi tirato con piccole cazzuole.

FUGA OVER
In questa tipologia di posa, lo stucco viene iniettato oltre il riempimento completo della fuga, dopo aver atteso ca. 20 minuti, schiacciare il materiale nelle fughe con una spatola di profilo rotondo, sistemando la malta anche a ridosso e sulla superficie delle pietre.